Checco Zalone al Museo delle Belle Arti - ICFF - Italian Contemporary Film FestivalICFF – Italian Contemporary Film Festival

Checco Zalone al Museo delle Belle Arti

  4 maggio 2016

                   Dal 12 al 19 giugno la 1ª edizione dell’ICFF a Montréal

Checco Zalone in una scena di “Quo vado?”

Montréal – Sarà “Quo vado?” di Checco Zalone il film di apertura della 1ª edizione a Montréal (dopo le sole proiezioni degli anni passati) dell’Italian Contemporary Film Festival (ICFF), la kermesse organizzata dal giornalista Rai Cristiano de Florentiis e coordinata quest’anno a Montréal dal regista Roberto Zorfini, che dal 12 al 19 giugno porterà in Canada il meglio del cinema contemporaneo tricolore. La novità di quest’anno è che sarà Montréal ad ospitare l’inaugurazione della rassegna cinematografica che per 4 anni ha avuto il suo ‘baricentro’ a Toronto e dintorni. L’appuntamento è per domenica 12 giugno, alle 17.30, al Museo delle Belle Arti (1380 Rue Sherbrooke Ovest), dove sarà proiettato il “Quo vado?” di Gennaro Nunziante, film campione d’incassi con 60 milioni di euro, poco distante dai 65 milioni complessivi di “Avatar” che, per ora, conserva il primato di film più visto nei cinema italiani. Alla fine della proiezione, intorno alle 20:30, sarà offerto un cocktail nella grande sala adiacente alla mostra di Pompei. Alla serata sono attesi oltre 300 invitati. Nel complesso, saranno ben 75 i film proiettati a Montréal, tra la Cinemateque Quebecoise e il Cinema Guzzo (Marché Central), con delle proiezioni anche a Quebec City. A chiudere il Festival, sugli schermi di Guzzo, sarà “Mia madre” di Gianni Moretti.

Checco Zalone in città – La notizia è che in sala, per l’inaugurazione, ci saranno sia il regista Gennaro Nunziante che lo stesso Checco Zalone. Attore e cantautore comico barese, venuto alla ribalta per le esilaranti esibizioni a “Zelig”, Zalone ha acquistato notorietà nel 2006 grazie alla canzone “Siamo una squadra fortissimo”, uscita durante il Campionato mondiale di calcio 2006, culminato con la vittoria dell’Italia. Esordisce come attore nel 2009 con l’uscita del suo primo film “Cado dalle nubi”, seguito da “Che bella giornata” nel 2011; quest’ultimo raggiunge un totale di 43.475.840 euro al botteghino italiano, superando così gli incassi di un altro storico film di successo come “La vita è bella” di Roberto Benigni e diventando così il terzo film di sempre (dopo “Avatar” e “Titanic”) ad aver incassato di più in Italia. Nel 2013 esce il suo terzo film “Sole a catinelle”, che con un incasso di 51.948.550 euro risulta il secondo film con i maggiori incassi in Italia dietro ad “Avatar”. Fino al 1º gennaio 2016, quando esce la sua quarta pellicola, quello che lo consacra e lo lancia definitivamente: “Quo vado?”.

La trama di “Quo vado?” – Il film si incentra ancora su di lui nei panni di un giovane che, sin da piccolo, mentre i coetanei volevano fare gli scienziati, lui voleva “avere il posto fisso”. Un sogno che si concretizza in un incarico all’ufficio per licenze di Caccia e Pesca, dove Checco fa muovere i timbri all’unisono e stiva regalie gastronomiche. Ma il “posto fisso” verrà minacciato da una legge per il taglio delle provincie; Checco non vuole cedere alla liquidazione e così intavola un braccio di ferro con una dirigente pubblica (Sonia Bergamasco) che lo spedirà in Norvegia. Dovrà proteggere i ricercatori dagli orsi. Nella bellissima e civilissima terra nordeuropea Checco conoscerà la dolce Valeria (Elena Giovanardi) e farà esperienza in un mondo totalmente diverso da lui.

Click for source

Presenting Sponsor

Leading Sponsors

Premiere Sponsors

Official Airline Sponsor

Film Sponsor

Film + Sponsors

Funder

Director Sponsor

Spotlight Sponsor

Program Sponsor